La cilindrata del motore aspiratoviene portata al limite regolamentare con 4493 cm3 in tempo per il G.P. d’Italia a Monza il 2 settembre 1950 dove Ascari arriva secondo, dopo che la sua macchina si era fermata ed aveva preso quella di Serafini che in tal modo divide il punteggio. La prima vittoria arriva finalmente il 14 luglio1951 nel G.P. d’Inghilterra a Silverstone, l’argentino José Froilàn Gonzalez riesce a battere le Alfa Romeo, portando al successo la 375 F1. Due settimane più tardi Ascari vince il Gran Premio di Germania e, successivamente, s’impone a Monza: non basta però per superare Fangio nella classifica Piloti a causa della sconfitta di Barcellona dovuta al cedimento delle gomme.

Motore anteriore, longitudinale, 12V 60°
Alesaggio e corsa 80 x 74,5 mm
Cilindrata unitaria 374,47 cm3
Cilindrata totale 4493,73 cm3
Rapporto di compressione 11 : 1
Potenza massima 257 kW (350 CV) a 7000 giri/min
Potenza specifica 78 CV/l
Coppia massima -
Distribuzione monoalbero, 2 valvole per cilindro
Alimentazione 3 carburatori Weber 42 DCF
Accensione mono, 2 magneti Marelli
Lubrificazione carter secco
Frizione multidisco
Telaio tubolare in acciaio
Sospensioni anteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, balestra trasversale inferiore, ammortizzatori idraulici Houdaille
Sospensioni posteriori ponte de Dion, doppi puntoni, balestra trasversale inferiore, ammortizzatori idraulici Houdaille
Freni a tamburo
Cambio 4 rapporti + RM
Sterzo vite senza fine e settore
Serbatoio carburante capacità 195 l
Pneumatici anteriori 5.50 x 16
Pneumatici posteriori 7.50 x 17