Come si è detto a proposito della versione 625 F1 era questa la prima vettura col nuovo quattro cilindri in linea disegnato da Lampredi ,mentre la seconda era la 500 F2. Viste le circostanze è presumibile che il progetto sia stato impostato in modo da essere ugualmente valido per le due cilindrate, e dopo il primo collaudo a Bari la versione di due litri per la Formula 2 del 1952 venne provata al G.P.di Modena del 23 settembre del 1951 che ha visto il successo di Alberto Ascari. Vittoria di buon augurio visto che la macchina ha dominato le due stagioni di F2 ed Ascari ha ottenuto i due primi titoli mondiali per sè e per la Ferrari con una superiorità che ben poche volte si è ripetuta fino alle stagioni a cavallo del millennio (2000-2001).

Motore anteriore, longitudinale, 4 cilindri in linea
Alesaggio e corsa 90 x 78 mm
Cilindrata unitaria 496,21 cm3
Cilindrata totale 1984,85 cm3
Rapporto di compressione 13 : 1
Potenza massima 136 kW (185 CV) a 7500 giri/min
Potenza specifica 93 CV/l
Coppia massima -
Distribuzione bialbero, 2 valvole per cilindro
Alimentazione 2 carburatori Weber 50 DCO
Accensione doppia, 2 magneti
Lubrificazione carter secco
Frizione multidisco
Telaio tubolare in acciaio
Sospensioni anteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, balestra inferiore trasversale, ammortizzatori idraulici
Sospensioni posteriori ponte De Dion, doppi puntoni, balestra trasversale,ammortizzatori idraulici
Freni a tamburo
Cambio 4 rapporti + RM
Sterzo vite senza fine e settore
Serbatoio carburante capacità 150 l
Pneumatici anteriori 5.25 x 16
Pneumatici posteriori 6.50 x 16