La 49° monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al Campionato del Mondo di Formula 1 è la F2003-GA. I concetti alla base del progetto sono rimasti immutati rispetto alla F2002: ottimizzazione dei flussi aerodinamici, riduzione dei pesi e abbassamento del centro di gravità sono gli aspetti su cui i tecnici si sono maggiormente concentrati. La parte posteriore è stata riprogettata, le sospensioni riviste per ottenere una migliore efficienza degli pneumatici Bridgestone. Il propulsore è stato oggetto di un’opera di miniaturizzazione nell’ottica della riduzione degli ingombri e della razionale distribuzione dei pesi.

La stagione 2003 è stata combattuta fino alla fine e la vittoria dei titoli Piloti (6° titolo per Schumacher, che batte il record di Fangio) e Costruttori (5° titolo consecutivo per la Ferrari) è arrivata alla fine dell’ultima emozionante gara a Suzuka.

Motore posteriore, longitudinale, 10V 90°
Alesaggio e corsa -
Cilindrata unitaria -
Cilindrata totale 2997 cm3
Rapporto di compressione -
Potenza massima 621 kW (845 CV) a 18.300 giri/min
Potenza specifica 282 CV/l
Coppia massima -
Distribuzione bialbero, 4 valvole per cilindro
Alimentazione iniezione indiretta elettronica Magneti Marelli
Accensione mono, elettronica
Lubrificazione carter secco
Frizione multidisco
Telaio monoscocca in composito: nido d’ape con fibre di carbonio
Sospensioni anteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, push-rod, molle a barra di torsione, ammortizzatori telescopici
Sospensioni posteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, push-rod, molle a barra di torsione, ammortizzatori idraulici rotativi
Freni a disco, in carbonio
Cambio 7 rapporti + RM, elettroidraulico
Sterzo pignone e cremagliera con assistenza meccanica
Serbatoio carburante -
Pneumatici anteriori 13”, Bridgestone
Pneumatici posteriori 13”, Bridgestone