La F2005 è la cinquantunesima monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare espressamente al Campionato del Mondo di Formula 1. Il progetto, contraddistinto dalla sigla interna 656, rappresenta l’interpretazione più esaustiva da parte della Ferrari del regolamento tecnico in vigore nel 2005, i cui elementi principali – relativi all’aerodinamica – sono stati anticipati dalla F2004 M. Il telaio è stato alleggerito, nonostante la necessità di rinforzare i pannelli antiintrusione laterali lungo la monoscocca per renderli idonei a resistere alle prove di crash test, più severe rispetto al passato. La forma è stata rivista, modificando gli ingressi delle pance e la zona dei deflettori. Le fiancate sono state adattate alla nuova sistemazione dell’impianto di raffreddamento. Il cofano motore è stato ridisegnato, così come le appendici aerodinamiche sulle pance; una seconda aletta è stata introdotta nella zona del roll-hoop. La disposizione degli scarichi è fondamentalmente nuova rispetto alla vettura precedente, avendo eliminato i profili aerodinamici che ne accompagnavano la parte terminale, ora inglobata quasi integralmente nella carrozzeria. Pur mantenendo la trasmissione collocata longitudinalmente, tutta la struttura del retrotreno è stata cambiata per cercare di sfruttare al meglio le dimensioni del nuovo cambio in carbonio (sette rapporti più retromarcia), ulteriormente ridotte rispetto al suo predecessore, realizzato in titanio e fibra di carbonio. Nella fase di progettazione si è naturalmente dovuto tenere conto delle limitazioni introdotte dal regolamento tecnico.

Il motore 055 è portante e montato longitudinalmente. Buona parte della componentistica interna deriva dall’ultima versione dello 053 che, attualmente, è montato sulla F2004 M: le principali modifiche riguardano la posizione degli attacchi al telaio e al cambio. L’obiettivo dei progettisti è stato quello di realizzare un motore in grado di mantenere un adeguato livello di prestazione, raddoppiando la percorrenza a disposizione, visto che il nuovo regolamento sportivo impone l’utilizzo della stessa unità motrice per due weekend di gara consecutivi. Prezioso è, come sempre, l’aiuto della Shell nella definizione delle benzine e dei lubrificanti più idonei per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. La F2005 rappresenta l’ultima evoluzione delle monoposto Ferrari di Formula 1 equipaggiate con motore a 10 cilindri. Come sempre, una grande attenzione è stata dedicata al rendimento e all’ottimizzazione dei materiali impiegati, alla fase di progettazione e al controllo della qualità nella progettazione, cercando di aumentare il livello delle prestazioni e di ottenere il massimo della sicurezza possibile, il tutto nel quadro delle modifiche regolamentari introdotte nel 2005.

Motore posteriore, longitudinale, 10V 90°
Alesaggio e corsa -
Cilindrata unitaria -
Cilindrata totale 2997 cm3
Rapporto di compressione -
Potenza massima 636 kW (865 CV) a 18.300 giri/min
Potenza specifica 289 CV/l
Coppia massima -
Distribuzione bialbero, 4 valvole per cilindro
Alimentazione iniezione indiretta elettronica Magneti Marelli
Accensione mono, elettronica
Lubrificazione carter secco
Frizione multidisco
Telaio monoscocca in composito: nido d’ape con fibre di carbonio
Sospensioni anteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, push-rod, molle a barra di torsione, ammortizzatori telescopici
Sospensioni posteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, push-rod, molle a barra di torsione, ammortizzatori idraulici rotativi
Freni a disco, in carbonio
Cambio 7 rapporti + RM, elettroidraulico
Sterzo pignone e cremagliera con assistenza meccanica
Serbatoio carburante -
Pneumatici anteriori 13”, Bridgestone
Pneumatici posteriori 13”, Bridgestone