brazilian_gp_alonso_120043_bra

GP del Brasile – L’ultimo venerdì della stagione

Ultimo venerdì della stagione per la Scuderia Ferrari e per le altre undici squadre di Formula 1 oggi sul circuito di Interlagos, sede del ventesimo ed ultimo appuntamento del Campionato del Mondo 2012. Sono stati in totale 131 i giri completati da Fernando Alonso (65) e da Felipe Massa (66) in condizioni climatiche molto impegnative, viste le elevate temperature. Nessun problema tecnico si è registrato sulle due monoposto.

Fernando Alonso: “Oggi c’era molto caldo in pista e l’asfalto ha raggiunto, soprattutto nel pomeriggio, temperature fuori dalla norma, anche per questo tracciato. Non abbiamo ancora trovato il bilanciamento ideale della vettura quindi resta molto lavoro da fare insieme agli ingegneri in vista del prosieguo del fine settimana. Si prevedono condizioni molto diverse fra il sabato e la domenica, un motivo in più per concentrarci sulle scelte migliori per preparare la monoposto per le qualifiche ma, soprattutto, per la gara. Dopo tanti venerdì non è che ci possano essere delle grandi novità di cui parlare in merito agli pneumatici: le Hard appaiono più costanti, le Medium più veloci sul tempo sul giro. Difficile dire se preferiamo pioggia o asciutto: come ho già detto prima, è fondamentale essere preparati ad affrontare entrambe le situazioni. Sappiamo che dobbiamo fare 14 punti più di Vettel per il Campionato e non perderne altrettanti rispetto alla McLaren per mantenere il secondo posto nella classifica Costruttori: obbiettivi chiari ma certamente difficili da raggiungere.”

Felipe Massa: “Un venerdì molto intenso in termini di lavoro in pista, con tanti chilometri fatti per cercare il miglior assetto della vettura. Sono abbastanza contento dei miei tempi, soprattutto per quanto riguarda il passo sulla lunga distanza: credo di essere stato il più veloce in pista nella parte finale della sessione. Nel mio primo giro con le Medium ho perso un paio di decimi alla seconda curva quindi, come tempo assoluto, avrei potuto ottenere un risultato ancora migliore del quarto posto. Stesse gomme ma rendimento degli pneumatici completamente diverso rispetto ad una settimana fa ad Austin: sicuramente qui il degrado è molto più elevato e non credo proprio che vedremo strategie su una sola sosta. Il casco? E’ buffo non vederne uno giallo riflesso negli specchietti, ogni tanto pensavo di non essere io al volante!”

Pat Fry: “Siamo alla stretta finale e oggi era importante poter riuscire a completare tutto il programma che avevamo previsto: ci siamo riusciti ed è già un primo, sia pur piccolo, passo positivo. Abbiamo lavorato questa mattina sulla comparazione di diverse soluzioni aerodinamiche mentre nel pomeriggio ci siamo concentrati soprattutto sulla comparazione fra i due diversi tipi di gomme portate qui dalla Pirelli. E’ sempre difficile dare una valutazione dei rapporti di forza in campo il venerdì e la giornata odierna non fa eccezione. Per quello che si può dire a pochi minuti di distanza dal termine della sessione, possiamo dire che, soprattutto sulla lunga distanza, siamo abbastanza competitivi. Sappiamo bene che, per raggiungere i nostri obiettivi, innanzitutto dovremo essere perfetti ed essere pronti a sfruttare qualsiasi opportunità dovesse presentarsi. In ballo non c’è soltanto il titolo Piloti ma anche un secondo posto nella classifica Costruttori che per noi rappresenta comunque un traguardo importante.”

Prima sessione Seconda sessione
Pilota Pos. Tempo Giri Pos. Tempo Giri Telaio
F. Alonso 1.14.392 28 1.14.592 37 295
F. Massa 1.14.716 29 1.14.553 37 294

Meteo
Prima sessione: aria 25/30 °C, asfalto 37/43°C. Sole.
Seconda sessione: aria 34/35 °C, asfalto 54/55 °C. Sole.

GP di Abu Dhabi - Raffreddando

GP di Abu Dhabi – Raffreddando

Yas Marina, 21 novembre – Il Gran Premio di Abu Dhabi, che quest’anno è il gran finale di stagione, si svolge più tardi del…
Altre