brazilian_gp_alonso_120062_bra

GP del Brasile – Una qualifica normale per una gara speciale

Interlagos, 24 novembre – Nel Gran Premio del Brasile Fernando Alonso percorrerà gli ultimi 305,909 km di questa stagione partendo dal settimo posto sulla griglia di partenza. Il suo compagno di squadra nella Scuderia Ferrari, Felipe Massa, scatterà invece dalla quinta posizione. Una notizia insolita? Sorprendente? No, non proprio, in quanto queste posizioni al via sono più o meno quello che ci si può aspettare in base alla gerarchia dei valori in campo in questo ultimo periodo. Felipe è chiaramente in un momento di grande forma, dato che già sabato scorso in Texas si era qualificato davanti al suo compagno di squadra e, ovviamente, è anche uno specialista della “sua” pista di casa, dove ha già vinto per due volte.
Oltre a questo, la vettura del pilota spagnolo non sembrava essere così “perfetta” come quella del brasiliano durante la sessione di questo pomeriggio. E, visto che Fernando si è qualificato ottavo, o peggio, non meno di otto volte in questa stagione, quella di oggi si potrebbe definire una qualifica normale. Sì, ottavo, perché in realtà, lo spagnolo ha fatto segnare l’ottavo tempo nella Q3 di questo pomeriggio, ma la penalità di 10 posizioni inflitta a Pastor per non aver fermato la sua Williams al controllo peso, ha di fatto promosso Fernando al settimo posto – una posizione in più e un spostamento sul lato pulito della pista, che da una sensazione di déjà vu dopo quanto successo ad Austin esattamente una settimana fa. Forse il fatto più sorprendente è che il pilota che guida la classifica Piloti, Sebastian Vettel, non sia riuscito a conquistare la prima fila per la prima volta dal Gran Premio del Giappone, se si esclude la penalità che lo ha visto partire dalla corsia dei box ad Abu Dhabi.

Lewis Hamilton ha ottenuto la sua settima pole stagionale, portandosi in prima posizione nella speciale classifica delle pole position del 2012. Assieme all’inglese, in prima fila, il suo compagno di squadra alla McLaren, Jenson Button. Con il solo rivale al titolo di Fernando, Sebastian Vettel quarto con la Red Bull, sul lato esterno della fila numero 2, accanto al compagno di squadra Mark Webber (terzo), l’esito della gara potrebbe essere molto incerto o, quanto meno, sarà imprevedibile la partenza di questo ventesimo e ultimo Gran Premio stagionale.

Non c’è bisogno di essere un genio delle strategie di gara per capire che, con Felipe che parte una fila alle spalle del tedesco, ma con il vantaggio di essere sul lato pulito della pista, il brasiliano farà tutto il possibile per aiutare la sua squadra, portandosi davanti a Vettel già dalla prima curva, per non parlare del fatto che il Paulista è pronto a regalare ai suoi tifosi una prestazione di cui essere orgogliosi. Non si può mai prevedere cosa accade quando le luci si spengono, ma il primo compito di Fernando sarà quello di prendersi il sesto posto di Nico Hulkenberg su Force India.

La pioggia, che ha fatto una piccola comparsa poco prima delle qualifiche di oggi, è previsto raggiunga livelli più consistenti domani. La storia di Interlagos suggerisce che il Campionato del Mondo 2012 avrà un inteso finale: ci sono state volte in cui la gara brasiliana ha giocato a favore del Cavallino Rampante e altre in cui è stata a sfavore. E’ tutto nelle mani della sorte.

brazilian_gp_alonso_120092_bra

GP del Brasile – Così tanto vicino…

Interlagos, 25 novembre - La Scuderia Ferrari ha concluso il Campionato Costruttori al secondo posto, Fernando Alonso è secondo nella classifica Piloti e Felipe…
Altre