Dune amare per Raffaele Marciello

Dune amare per Raffaele Marciello

Il campionato europeo FIA Formula 3 ha disputato questo fine settimana l’ottava delle dieci prove stagionali sul circuito olandese di Zandvoort. Il tracciato, che negli anni ’80 ha ospitato anche il campionato Mondiale di Formula 1, è reso molto caratteristico dai saliscendi disegnati dalle dune naturali poste a pochi metri dal mare del Nord.

Raffaele Marciello è arrivato in Olanda con oltre settanta punti di vantaggio sul diretto rivale nella corsa per il titolo 2013 Felix Rosenqvist, grazie alle perentoria “tripletta” ottenuta nella precedente trasferta sul circuito del Nurburgring. Il pilota della Ferrari Driver Academy ha iniziato il weekend incontrando più difficoltà del previsto,ottenendo due quinti ed un settimo posto al termine di una difficile sessione di qualifica. Un risultato che ha ridimensionato le aspettative della vigilia, vista anche la difficoltà di sorpasso che ha sempre contraddistinto il circuito di Zandvoort. In gara-1 Marciello ha mantenuto la posizione che occupava sulla griglia di partenza, transitando quinto sotto la bandiera a scacchi. Un risultato “in difesa”, ma comunque prezioso nell’economia della classifica di campionato.

Le due corse successive sono state decisamente più problematiche. In gara-2 Raffaele ha spento il motore al via, rimanendo bloccato sulla griglia di partenza. Un errore che ha avuto effetti pesanti sulla classifica finale, dove Marciello si è classificato sedicesimo. Nella corsa conclusiva della tappa olandese il pilota della FDA stava duellando conDaniil Kvyat per la quarta posizione quando al sedicesimo giro è uscito di pista urtando le barriere poste all’esterno della curva “5”. Marciello è stato precauzionalmente trasportato al centro medico del circuito, dove hanno escluso conseguenze fisiche legate all’impatto.

Un epilogo di weekend amaro per Raffaele, che ha lasciato Zandvoort sempre al vertice della classifica di campionato ma con il vantaggio su Rosenqvist ridotto a 9,5 punti.Squadre e piloti torneranno in pista per la penultima trasferta stagionale, in programma sul circuito italiano di Vallelunga, dall’11 al 13 ottobre prossimi.

Raffaele Marciello

«Non è stato per nulla il weekend che mi ero immaginato alla vigilia. Ho fatto fatica a trovare il giusto feeling con la monoposto sin dalle prime prove, incontrando più difficoltà del solito nel capire il giusto bilanciamento della vettura. In qualifica la situazione è un po’ migliorata, ma quando pensavo di poter ottenere il terzo tempo la sessione è stata interrotta con bandiera rossa, un episodio che non mi ha di certo aiutato. Nella prima corsa è andato tutto come previsto, sapendo che superare è quasi impossibile: sono partito ed arrivato al quinto posto. Purtroppo sul bilancionegativo del weekend pesano due errori che ho commesso nelle corse successive. In gara-2 ho banalmente spento il motore al via, mentre nella terza corsa ho perso il controllo della monoposto alla curva “5”. Ero attaccato aKvyat, e forse a causa delle vicinanza alla sua vettura ho perso carico aerodinamico sul posteriore finendo fuori pista. Ora non resta che mettersi alle spalle questo fine settimana e concentrarci sul prossimo appuntamento in calendario, che sarà in Italia. Spero di avere un weekend decisamente migliore”.

Lance Stroll

Stroll: “Pronto per la F3”

Maranello, 24 ottobre - “In un breve video che raccoglie alcuni dei ricordi più vivi del campionato appena concluso, Lance Stroll, giovane talento della…
Antonio Fuoco

FDA – Fuoco bloccato da una frattura

Maranello, 19 ottobre – Per Antonio Fuoco e’ stata più breve del previsto l’ultima tappa stagionale del Campionato Europeo FIA Formula 3, ospitata dal…
Altre