Ai Kaspersky Lab con Kamui e Scuderia Ferrari!

Ai Kaspersky Lab con Kamui e Scuderia Ferrari!

Mosca, 22 luglio – Non è finito col Moscow City Racing il weekend dei tifosi ufficiali della Ferrari. Stamattina era in programma una visita approfondita al nuovo quartier generale di Kaspersky Lab, operativo dal marzo scorso: un tour interessantissimo attraverso il mondo della ricerca sui virus che ogni giorno percorrono la rete e vengono segnalati generando continui aggiornamenti per i clienti Kasperksy in tutto il mondo.

Dopo la visita, i tifosi hanno pranzato insieme ad un commensale d’eccezione: Kamui Kobayashi! Il pilota giapponese, protagonista in questi giorni a Mosca per la prima volta come rappresentante della Scuderia, si è intrattenuto con i tifosi parlando di Formula 1 e delle sue prospettive future. Durante il pranzo un’altra sorpresa: il Presidente di Kaspersky, Eugene Kaspersky, ha salutato i tifosi e si è dedicato ad una serie di scatti insieme ai Member e al pilota giapponese. Per Kaspersky c’è stata una bella sorpresa: il musetto della F60 rimasto danneggiato ieri nell’incidente occorso a Kamui. Come ha tenuto a sottolineare il pilota, il logo Kaspersky era rimasto perfettamente integro!

Giornata in pieno relax per concludere l’esperienza dei fan al Moscow City Racing: esclusive come queste sono garantite solamente dalla membership ufficiale può realizzare

La prossima in calendario? I Ferrari Racing Days di Hockenheim alla fine di agosto.

 

Una domenica ricca di emozioni per i Member a Mosca

Mosca, 21 luglio – Una domenica ricca di emozioni per i Member della Scuderia Ferrari invitati al Moscow City Racing. I 7 fan ufficiali del Cavallino Rampante, invitati da Kaspersky Lab e Scuderia Ferrari hanno iniziato la giornata con una colazione molto speciale, insieme al pilota giapponese Kamui Kobayashi, che rappresentava la Scuderia all’evento alla guida di una F60.

Tante le curiosità dei tifosi, che hanno letteralmente sommerso il pilota di domande e aspettative per l’esibizione del pomeriggio per le strade della capitale russa.

La giornata è proseguita con l’esclusivo ingresso al paddock della manifestazione e il tour nel garage della Scuderia Ferrari: lì gli appassionati hanno potuto fisicamente toccare le due F60 a disposizione e parlare a lungo con i meccanici e con gli ingegneri, ricevendo spiegazioni sulla monoposto e un interessantissimo approfondimento sul volante e i pulsanti di funzionamento.

Dopo le foto di rito i tifosi sono stati scortati da personale Ferrari e Kaspersky fino alla tribuna VIP, situata a pochissima distanza dalla Piazza Rossa, da dove hanno assistito all’esibizione di vetture GT e monoposto delle cinque squadre di Formula 1 presenti all’evento.

Fuori programma l’incidente che in cui è incorso Kamui nella sessione finale dell’esibizione: l’asfalto reso scivolosissimo dalla pioggia e un dosso più pronunciato degli altri hanno tradito il pilota giapponese, che è finito contro le barriere di protezione. Se Kamui è rimasto indenne non altrettanto si può dire per la vettura ma lo spettacolo è potuto continuare grazie alla prontezza dei meccanici del Cavallino Rampante, in grado in pochi minuti di preparare il secondo esemplare di F60 che era stato portato a Mosca.

L’esperienza per i fan è stata intensissima e commentata con grande entusiasmo: nella giornata di lunedì li attende il tour dei Kaspersky Lab e l’incontro con due persone speciali…



Altre