Festa bagnata nella foresta norvegese

Festa bagnata nella foresta norvegese

Rudskogen, 15 settembre – La pioggia non ha guastato la festa nella foresta di Rudskogen. Sono stati più di ottomila gli spettatori che hanno affrontato il maltempo – probabilmente più adusi a queste condizioni, almeno in questo periodo dell’anno, rispetto al gruppo di tecnici e meccanici di F1 Clienti – pur di assistere alla seconda giornata del Rudskogen Motorfestival.

Anche se l’asfalto bagnato ha ovviamente limitato la velocità massima e quella in curva, Marc Gené ha cercato comunque di portare al limite la sua F10 in entrambe le serie di giri effettuate, la seconda quando la pioggia si era fatta davvero insistente. “Sul bagnato si va naturalmente più piano ma credo che il pubblico abbia comunque avuto la possibilità di vedere quello che può fare una monoposto di Formula 1” – ha commentato il pilota spagnolo – “Questa pista è davvero divertente per un pilota, anche in queste condizioni: ci sono dei punti in cui è veramente piacevole spingere a fondo, anche perché non ci si trova spesso a girare su un tracciato con queste caratteristiche, con dei saliscendi importanti, curve medie sopraelevate e un paesaggio circostante molto bello”.

Non potevano mancare domande sulla parte agonistica della Formula 1, con un ovvio riferimento tanto alla stagione in corso che a quella che verrà. “Sappiamo che la situazione in entrambi i campionati non è quella che speravamo” – ha detto Marc – “Ma sappiamo altrettanto bene che in Formula 1 la situazione può cambiare molto in fretta. Abbiamo un ritardo importante in entrambe le classifiche ma non molliamo certamente la presta. Avevamo cominciato molto bene la stagione ma poi all’inizio dell’estate abbiamo sofferto un po’ nello sviluppo della vettura e i nostri avversari ci hanno superato. Nelle ultime due gare la situazione è migliorata e se confermeremo questa crescita anche a Singapore, una pista molto diversa da Spa e Monza, allora davvero potremo dire la nostra fino alla fine”.

La Norvegia confina con la Finlandia e quindi la notizia del ritorno di Raikkonen alla Scuderia è stata accolta con entusiasmo dagli spettatori e dagli ospiti di Santander, lo sponsor della Scuderia che ha reso possibile la partecipazione della squadra a questo evento. “Premesso che vorrei cogliere l’occasione per ricordare quanto è stato importante Felipe per la storia del nostro team, posso dire che il ritorno di Kimi è una bella notizia” – ha concluso Marc – “Insieme a Fernando formeranno una coppia fortissima e molto esperta, l’unica composta da due campioni del mondo. La squadra conosce bene Kimi e lui conosce bene la squadra: sono certo che saprà fare benissimo insieme a noi dall’anno prossimo”.

Più di ventiduemila spettatori hanno potuto ammirare la prima esibizione di una Ferrari di Formula 1 in terra di Norvegia: i 115 chilometri percorsi in queste due giornate non saranno stati tantissimi ma hanno potuto certamente dare una sensazione di quanto possa essere emozionate lo spettacolo che offrono i bolidi della massima disciplina dell’automobilismo sportivo, specialmente se sono contraddistinti dal Rosso Ferrari.

Coppa delle Nazioni

GP di Germania – Coppa delle Nazioni

Hockenheim, 17 luglio - E’ stata la coppia formata da Marc Gené e Albert Fabrega ad aggiudicarsi la vittoria nella gara di go-kart organizzata…
La Scuderia Ferrari protagonista a Mosca

La Scuderia Ferrari protagonista a Mosca

Mosca, 12 luglio – Emozioni e spettacolo sono stati offerti dalla Scuderia Ferrari al Moscow City Racing, l’evento che ha radunato nella capitale russa…
La Scuderia Ferrari torna a Mosca

La Scuderia Ferrari torna a Mosca

Mosca 10 luglio – La Scuderia Ferrari è sbarcata a Mosca, dove anche quest’anno prenderà parte al Moscow City Racing, l’evento che sabato porterà…
Altre