Finale amaro per Marciello a Macao

Finale amaro per Marciello a Macao

Macao, 17 novembre – La finale del Gran Premio di Macao di Formula 3 ha avuto un esito poco fortunato per Raffaele Marciello, costretto al ritiro al nono giro. Il diciottenne pilota della Ferrari Driver Academy, scattato dalla terza posizione della griglia di schieramento, è stato autore di una buon avvio che lo ha portato nella scia del compagno di squadra e poleman Alex Lynn. Sul rettilineo che porta alla curva Mandarin Marciello ha visto compromesse le sue chance di puntare al successo a causa di un contatto con la vettura di Rosenqvist. “Eravamo ad alta velocità e ho visto una vettura al mio fianco che si avvicinava sempre di più” – ha spiegato Marciello – “pensavo che si sarebbe fermata ma non è stato così. Il contatto mi ha fatto sbandare in un punto in cui transitiamo ben oltre i duecento chilometri orari ma sono stato fortunato: sono riuscito a mantenere il controllo della monoposto e a proseguire la gara”.

Dopo essere passato sul traguardo quinto al termine del primo giro, Raffaele ha iniziato la rimonta, passando di forza prima la vettura di Sims e poi quella di Dirani. “Ho spinto molto per riuscire a risalire” – ha detto Raffaele – “purtroppo nell’urto avvenuto subito dopo il via il bilanciamento della monoposto non era più ideale. Quando sono riuscito a risalire al terzo posto ho forzato molto per raggiungere Felix Da Costa, ma non avevo la velocità massima sufficiente per riuscire a prendere la sua scia. Credo che il motivo fosse il bilanciamento non più ottimale, che non mi consentiva di uscire in modo efficiente dalle curve che immettono sui rettilinei”.

Proprio alla ‘R-Bend’, la curva che immette sul rettilineo d’arrivo, nel corso del nono giro Marciello ha urtato le barriere esterne terminando così anzitempo la sua gara. “Macao è una gara a se stante” – ha concluso Marciello – “non assegna punti ma viene ricordata per i suoi vincitori. Ho provato a spingere sapendo che stavo correndo qualche rischio. Alla curva ‘R-Bend’ era importante uscire con la maggiore velocità possibile per poter avere una chance di poter attaccare chi mi precedeva al termine del lungo rettilineo. Purtroppo ho esagerato un po’, questioni di centimetri, ma ho urtato le barriere ad alta velocità e si è staccata la sospensione posteriore sinistra”.

Il successo nel Gran Premio di Macao è andato ad Alexander Lynn, compagno di squadra di Marciello che ha portato al successo il team Prema. La gara asiatica è stata la corsa che ha concluso l’esperienza di Marciello in Formula 3. La prossima settimana il pilota della FDA sarà in pista sul circuito di Alcaniz, in Spagna, per un test di tre giorni con una Formula Renault 3.5, prova mirata alla raccolta di informazioni che serviranno per il varo dei programmi 2014.

FDA – Due penalità bloccano Marciello

FDA – Due penalità bloccano Marciello

Budapest, 27 luglio – Non è riuscito ad incrementare il suo bottino di punti Raffaele Marciello nella settima tappa stagionale della GP2 Series, disputata…
FDA – Stroll si impone in rimonta

FDA – Stroll si impone in rimonta

Maranello, 13 luglio – Ha saputo concludere da leader Lance Stroll nella seconda gara del Campionato Italiano Formula 4, disputata oggi sul circuito del…
Altre