Fuoco incendia Imola

Fuoco incendia Imola

Imola, 5 ottobre – Nel weekend più importante della sua vita sportiva, a soli 17 anni, Antonio Fuoco vince il titolo di Campione 2013 del Campionato Formula Renault Alps 2.0. Antonio ha conquistato 18 punti, ne bastava uno solo, concludendo al secondo posto una gara amministrata con intelligenza, senza prendere rischi.
Ripercorriamo la gara: in un sabato particolarmente inclemente dal punto di vista climatico, alla partenza Antonio occupa la seconda posizione in griglia, accanto al poleman e compagno di squadra Luca Ghiotto. Partite in regime di safety car, e a 6 minuti dalla partenza le 28 monoposto possono iniziare regolarmente la gara. Fuoco insegue Ghiotto ma il compagno non molla per 6 tornate, finchè al settimo giro Antonio sembra voler amministrare il suo vantaggio in campionato, più che continuare a cercare occasioni di sorpasso. I 25 minuti di gara si concludono con la vittoria di Luca Ghiotto davanti ad Antonio Fuoco, che è così matematicamente Campione.

Sul traguardo Antonio è incredulo per l’affetto dei tifosi che dalla Calabria sono arrivati numerosissimi sulle rive del Santerno solo per seguire lui, la giovane promessa dell’automobilismo sportivo della Ferrari Driver Academy. “ E’ un’emozione grandissima per me vincere questo Campionato, – ha dichiarato appena sceso dal podio il giovane talento calabrese – ho provato l’attacco in gara ma poi ho visto che era pericoloso, quindi ho puntato al Campionato più che alla vittoria di questa gara. Dedico questo titolo a tutto il team, alla Ferrari, ai miei tifosi e ai miei sponsor, grazie a tutti!”.

Luca Baldisserri, Responsabile di Ferrari Driver Academy non nasconde grande soddisfazione: “Nella gara probabilmente più difficile della stagione per le condizioni proibitive, Antonio è riuscito ad amministrare perfettamente il vantaggio e a vincere il Campionato. Credo che per un pilota alla sua prima esperienza con le monoposto sia un risultato straordinario che speriamo sia solo il primo step di una carriera di grandi successi”.

Raffaele Marciello

Un debutto positivo

Maranello, 7 novembre - Doveva essere un assaggio, una prima presa di contatto con una monoposto che non è mai stata docile con gli…
Altre