Fernando Alonso

GP del Bahrain – Un buon passo, una buona sorte

Sakhir, 20 aprile – Se non avete il tempo di leggere un dettagliato report delle qualifiche, allora la versione breve vede Fernando Alonso e Felipe Massa condividere la seconda fila sulla griglia di partenza del Gran Premio del Bahrain di domani. Anche se a questo risultato non si è arrivati in modo “lineare”.

Per l’intero fine settimana, entrambi i piloti Ferrari si sono dichiarati molto più a loro agio con le Pirelli Hard piuttosto che con le Medium. Nonostante questo, però, il pilota spagnolo ha utilizzato la più morbida delle due mescole a disposizione per segnare un tempo sufficiente per garantirgli la terza posizione nella lista dei tempi della Q3 di questo pomeriggio. Soddisfatto Fernando, che ha sottolineato come la prestazione sul singolo giro fosse il Tallone d’Achille della squadra. Chiaramente la Scuderia sta facendo dei piccoli ma costanti progressi in questa area, e può sperare di risolvere finalmente quel problema che andava oltre le abilità dei classici autori greci!

Per quanto riguarda Felipe, il pilota brasiliano e i suoi ingegneri hanno optato per un coraggioso azzardo: poiché Felipe non era convinto del valore delle Medium, e che qualunque cosa fosse successa non sarebbe stato quindi in grado di lottare per le prime file, ha affrontato la Q3 con le Hard, segnando così il sesto miglior tempo. E la fortuna gli è venuta incontro, perché se nella vita non è certo considerato il massimo trarre beneficio dalle sfortune altrui, a volte nello sport accade al di fuori del proprio controllo. Lewis Hamilton e Mark Webber erano stati infatti più veloci di Felipe, rispettivamente con la quarta e quinta migliore posizione. Ma l’inglese della Mercedes deve scontare una penalità di cinque posizioni per la sostituzione del cambio, mentre l’australiano della Red Bull deve retrocedere di tre posizioni per essere stato ritenuto colpevole di avere causato un incidente nel Gran Premio della Cina della scorsa settimana. Il che promuove Felipe in quarta posizione, con entrambe le due F138 che quindi si schiereranno in seconda fila.

Quest’oggi, comunque, ci sono state anche altre sorprese: nonostante Lewis Hamilton avesse infatti portato la sua Mercedes in pole position a Shanghai, le monoposto d’argento non erano apparse così forti durante le prove libere su questa pista. Ma il suo compagno di squadra Nico Rosberg ha fatto segnare il miglior tempo, conquistando così la prima posizione in griglia. Al suo fianco, in prima fila, Sebastian Vettel con la Red Bull. Le penalizzazioni inflitte hanno trasformato la terza fila in un affare tutto Force India, con Paul di Resta quinto e Adrian Sutil sesto. Kimi Raikkonen, altro contendente al titolo – sempre considerando comunque che siamo solo alla quarta gara della stagione – prenderà il via in ottava posizione accanto a Webber.

Le battute iniziali della quarta tappa del Mondiale 2013 dovrebbero riservare un pieno di emozioni, mentre in generale ci si aspetta meno fermate ai box rispetto a quanto visto in Cina sette giorni fa. La decisione di Felipe di fare la Q3 con pneumatici Hard, e quindi prendere il via con queste gomme, promette un primo stint “intrigante”: il pilota brasiliano, infatti, sarà l’unico dei top ten a scattare in partenza con questa scelta di gomme.

Altre