GP della Cina - De La Rosa: “A Shanghai fondamentale risparmiare gli pneumatici”

GP della Cina – De La Rosa: “A Shanghai fondamentale risparmiare gli pneumatici”

Maranello, 18 aprile – Quello di Shanghai è un circuito moderno, ma molto apprezzato dai piloti. Piace per i suoi rettilinei veloci ma soprattutto per la presenza di diverse tipologie di curve che si prestano a interpretazioni di traiettorie diverse e invitano i piloti a far valere le proprie doti di guida.

Percorriamo un giro virtuale di pista dello Shanghai International Circuit in compagnia del collaudatore della Scuderia Ferrari, Pedro De La Rosa: “Dopo il rettilineo di partenza si comincia subito con la prima curva, così lunga da disegnare un angolo di circa 240 gradi. In questo punto si parzializza moltissimo la frenata e le sollecitazioni per i dischi sono minime”. Quello di Shanghai non è infatti un circuito particolarmente impegnativo per l’impianto frenante, perché le curve vanno affrontate spesso in piena velocità e si sfrutta molto il freno motore.

“La curva 14” – continua de La Rosa – “è quella in cui la frenata è più violenta: si scala infatti dall’ottava marcia alla seconda e in questo punto tutto l’impianto è messo sotto pressione”. Quello cinese è invece un tracciato molto difficile per la gestione degli pneumatici: il graining è un fenomeno molto diffuso, perché le coperture devono sopportare sollecitazioni molto elevate a causa del carico aerodinamico nei curvoni veloci. “Saperle gestire può essere la chiave per vincere questa gara”.

Spa, il circuito dei piloti

Spa, il circuito dei piloti

Spa-Francorchamps, 22 agosto - “Per vincere a Spa-Francorchamps non puoi essere un pilota nella media, devi per forza avere qualcosa di speciale”...
De la Rosa: “Gara ad alte temperature”

De la Rosa: “Gara ad alte temperature”

Budapest, 25 luglio - L’Hungaroring è un circuito senza mezze misure, odiato da alcuni piloti, amato da altri, nonostante il caldo che caratterizza sempre…
Altre