Felipe Massa

GP della Malesia – Nelle prime due file per il secondo round stagionale

Sepang, 23 marzo – Si potrebbe rimanere con i piedi per terra perché il risultato che conta è quello della gara di domani, ma si potrebbe anche godere questo momento ed essere soddisfatti per un lavoro ben fatto. Ed è questo lo stato d’animo della Scuderia Ferrari qui a Sepang dopo che Felipe Massa ha conquistato nelle qualifiche di quest’oggi la prima fila sulla griglia di partenza, mettendo così fine a un “digiuno” iniziato dopo il Bahrain nel 2010. Giusta l’osservazione di Felipe nel definire il risultato di oggi come frutto di un lavoro di squadra, per ben due motivi: il primo perché gli uomini al muretto e nei box, nonostante le condizioni difficili, hanno mantenuto la calma; in secondo perché Fernando Alonso è subito alle sue spalle nella lista dei tempi, il che significa che il pilota spagnolo prenderà il via del Gran Premio della Malesia proprio dietro al poleman Sebastian Vettel con la Red Bull.

Dopo un’emozionante sessione, entrambi i piloti Ferrari hanno sottolineato come la pioggia che ha influenzato la Q3 sia stato d’aiuto alla loro causa. Ma è anche vero che la F138 si è rivelata sufficientemente competitiva nel corso dell’intera sessione, con Felipe e Fernando che hanno comodamente superato le prime due manche delle qualifiche utilizzando meno set di gomme possibili. Nel caso di gara asciutta, il degrado degli pneumatici sarà nuovamente l’elemento più importante; la gestione delle gomme, come già visto sette giorni fa all’Albert Park, è la chiave che può sbloccare la porta che conduce al podio. Partendo dalla terza posizione, Fernando non ha escluso di poter eventualmente essere in lotta anche per la vittoria, ma il pilota spagnolo, avendo centrato tre volte il successo su questa pista, sa meglio di chiunque altro come a Sepang le condizioni meteo possano creare confusione. Scattando dalla seconda fila della griglia di partenza, comunque, il pilota della Ferrari può sperare di avere un buon motivo per celebrare il suo 200esimo Gran Premio in carriera.

Con l’arrivo della pioggia proprio alla conclusione della Q2 e nel corso della Q3, si è verificata la classica situazione in cui i tempi sul giro si abbassano con la comparsa di una traiettoria più asciutta, anche se tutti i piloti hanno utilizzato due set di pneumatici Intermediate nella sessione finale. Per un breve periodo di tempo Fernando è stato il più veloce, prima che Sebastian Vettel affermasse la sua superiorità, e quella della Red Bull, sul singolo giro veloce, conquistando la seconda pole position in due gare. Sul finire, Felipe conquistava la seconda posizione, mentre al via dei 56 giri della gara di domani, Fernando Alonso avrà all’esterno della seconda fila la Mercedes di Lewis Hamilton. Mark Webber (Red Bull) e Nico Rosberg con l’altra Mercedes condivideranno invece la terza fila, rispettivamente al quinto e sesto posto. Se le condizioni meteo non fossero le migliori, allora partire dalle prime due file si tradurrebbe in un vantaggio anche in termini di visibilità. Al momento le previsioni meteo parlano di temporali tra le 17 e le 18. A che ora partirà la gara? Alle 16!

Fernando Alonso

Guardare oltre le cifre

Maranello, 25 marzo – Cinque punti non spiegano la differenza. Fra i 35 punti del 2012 e i 40 di quest’anno corre molto di…
Altre