Fernando Alonso

GP di Gran Bretagna – Domani spunterà il sole

Silverstone, 28 giugno – Il mondo della Formula 1 è stato forse ingiusto nei confronti del circuito belga di Spa-Francorchamps, da sempre accostato al maltempo e alla pioggia. Perché in realtà, negli ultimi anni, abbiamo incontrato queste condizioni molto più spesso qui a Silverstone che nelle Ardenne. E anche quest’oggi il tracciato britannico ha riservato un inizio dell’attività in pista del GP di Gran Bretagna con condizioni di bagnato.

La pioggia copiosa ha costretto la Scuderia Ferrari e gli altri dieci team del Mondiale a spendere gran parte dei 90 minuti della sessione mattutina ai box, aspettando un miglioramento delle condizioni. Se questa sembra essere una banale scusa per impedire ai migliori piloti del mondo di mettersi al lavoro, allora è necessario spiegare il vero motivo dietro al silenzio in pista di questa mattina: ogni pilota, infatti, ha un numero stabilito di set di gomme che può impiegare nel corso di un fine settimana di gara. E non si può correre il rischio di utilizzarli inutilmente. Purtroppo, come ha riconosciuto il nostro Direttore Tecnico Pat Fry, questo ha fatto sì che gli spettatori abbiano dovuto attendere fino al turno pomeridiano, con la pista in condizioni di asciutto, prima di avere un assaggio di quanto erano venuti a vedere. Bisogna dire che, anche in quella che è stata una fredda, umida e, in generale, infelice giornata, come sempre le tribune davanti ai box erano affollate nonostante fosse solo venerdì. Insomma, un grande spettacolo da vedere. Purtroppo i tifosi del Cavallino Rampante non hanno potuto osservare molto Felipe Massa in azione: il pilota brasiliano, mentre montava le gomme “sperimentali” portate dalla Pirelli per permettere a tutti i piloti di testarle solo nella giornata di oggi, è stato infatti tradito da una zona di pista umida. Felipe ha perso così il controllo della sua F138 e, una volta che la vettura è scivolata sull’erba, è diventato passeggero della propria monoposto. La F138 è andata quindi a impattare contro le barriere, danneggiando la parte anteriore e mettendo fine alla sessione di Felipe pochi minuti dopo il via e con soli 7 giri compiuti. Da quel momento, tutta l’attenzione della squadra si è focalizzata esclusivamente su Fernando, che ha completato 32 tornate e fatto registrare il decimo miglior crono.

Stasera la monoposto di Felipe sarà riparata, pronta per affrontare l’ultima ora di prove libere di domani mattina, seguita dalla sessione di qualifiche del pomeriggio. Tutte le previsioni dicono che domani sarà una giornata asciutta, con temperature quasi estive: una buona notizia per tutti, inclusi quei coraggiosi spettatori! Il più veloce quest’oggi è stato Nico Rosberg al volante della Mercedes, mentre Mark Webber, che ieri ha annunciato il suo ritiro dalla Formula 1 al termine di questa stagione, ha fatto registrare il secondo miglior tempo davanti al compagno in Red Bull Sebastian Vettel. In quarta posizione il primo degli idoli di casa, anche se proviene dalla Scozia: Paul di Resta con la Force India, seguito da un altro pilota britannico, Lewis Hamilton, quinto con la Mercedes. A completare le prime sei posizioni la Toro Rosso, equipaggiata con motore Ferrari, di Daniel Ricciardo.

Altre