Pat Fry

GP di Gran Bretagna – Pat Fry: “Limitati i danni”

Pat Fry: “È stata una corsa spettacolare ma non semplice da gestire, perché le due safety car e i problemi legati agli pneumatici hanno reso estremamente complicato il lavoro al muretto. Per contrastare ogni possibile cedimento delle gomme abbiamo effettuato alcune modifiche, mirate soprattutto alla gestione della pressione, e cercato di consigliare al meglio i piloti per evitare loro situazioni difficili. Con Fernando abbiamo avuto un po’ più di fortuna, con Felipe non è stato lo stesso, ma ci sentiamo comunque soddisfatti per come è stata interpretata la gara, perché il rendimento di entrambe le F138 è migliorato rispetto a quanto visto venerdì e sabato. Nel breve tempo concesso da qui al prossimo appuntamento in Germania cercheremo di lavorare con metodo su tutti gli aspetti che possono aiutarci a migliorare le nostre prestazioni, cercando di trovare il giusto compromesso per qualifiche e gara, perché come abbiamo visto oggi i punti si fanno la domenica”.

Altre