GP di Ungheria – Un rompicapo ingegneristico

GP di Ungheria – Un rompicapo ingegneristico

Budapest, 25 luglio – Una vettura di Formula 1 nel migliore dei casi è una belva impulsiva, ma per trovare il giusto assetto all’Hungaroring serve molto cervello. Al venerdì, con condizioni meteo mutevoli e una pista che migliora continuamente, avere sempre la vettura a posto è come affrontare uno schema di parole crociate: non serve a niente scrivere una parola orizzontale che sembra corretta se questa non combacia con la definizione verticale.

Oggi è stato proprio così e, anche se solo i tecnici della Scuderia Ferrari possono sapere nei dettagli come si stanno comportando le loro vetture, bastava guardare la tv per capire che lungo la pitlane i team stavano affrontando proprio enigmi del genere. I fattori che confliggono qui sono essenzialmente due: da una parte, man mano che vengono completati dei giri di pista, non solo dalle vetture di Formula 1 ma anche da quelle delle categorie di supporto, la superficie della pista, inizialmente sporca e polverosa, si pulisce e garantisce più grip. Dall’altra, però, durante il giorno le temperature si alzano (oggi quella della pista ha superato i 50 gradi) e innescano un effetto negativo per quanto riguarda il consumo delle gomme, specialmente le più dure tra quelle che la Pirelli ha portato per questo weekend.

Il rompicapo ingegneristico si risolve non essendo eccessivamente reattivi al cambiamento delle condizioni, ma cercando di stimare in quale stato si troverà la pista per le qualifiche di domani e la gara di domenica. Non si tratta di una valutazione facile da fare, visto che domenica dovrebbe fare più fresco e potrebbe persino piovere. Per la precisione, diciamo che oggi Fernando Alonso ha completato 49 giri e ha concluso con il quarto tempo, alle spalle delle Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg, davanti come sempre, e della Red Bull di Sebastian Vettel, terzo. Kimi Raikkonen si è piazzato sesto, con all’attivo dieci giri in più del compagno di squadra. A dividere le due Ferrari si è infilata la McLaren del danese Kevin Magnussen.

Il test di Abu Dhabi inizia con Kimi

Il test di Abu Dhabi inizia con Kimi

Si è aperta oggi la prima delle due giornate di test in programma sul Circuito di Yas Marina, con Kimi Raikkonen alla guida della…
Altre