GP d’Italia - Alonso: “Pronto a lottare”

GP d’Italia – Alonso: “Pronto a lottare”

Monza, 5 settembre – La prima conferenza stampa ufficiale del weekend del Gran Premio d’Italia ha visto la presenza di entrambi i piloti Ferrari. Una chiara testimonianza dell’importanza della Scuderia qui a Monza. La concitazione che accompagna l’ingresso nel Parco Reale per la prima volta nel corso della settimana si è tradotta in un buon stato d’animo per il nostro pilota spagnolo. “Sono ottimista”, ha esordito Fernando Alonso quando gli è stata chiesta quale fosse la sua sensazione per la gara di domenica nel Tempio della Velocità. “A Spa abbiamo visto che abbiamo fatto un passo avanti. Il nostro programma è di proseguire in tale direzione e continuare a migliorare qui a Monza. Le caratteristiche della pista dovrebbero aiutare il nostro livello di performance. Siamo nella condizione di disputare un buon fine settimana. Dobbiamo fare risultato la domenica in gara, ma arriviamo con la giusta confidenza e pronti a lottare. Per avere un miglior riscontro di quanto stiamo migliorando, comunque, dobbiamo aspettare Singapore, dove scenderemo in pista in configurazione da massimo carico deportante. Per adesso ci concentreremo su questo weekend, cercando di fare il massimo e finire davanti ai nostri principali avversari”.

Un giornalista ha sottolineato come solo due vittorie nelle prossime due gare potrebbero mantenere accese le speranze iridate del pilota spagnolo. “Finora, quest’anno, abbiamo vinto due Gran Premi. E’ quindi troppo ottimistico pensare di poter vincere le prossime due gare”, ha commentato Fernando. “Un obiettivo più realistico è finire davanti a Sebastian. Solo a Silverstone, quando si è ritirato, siamo riusciti a ridurre il distacco. Dobbiamo cambiare questa situazione. Sarei quindi contento di concludere la gara davanti a lui qui e a Singapore. Precederlo significa essere sul podio, perché sappiamo quanto sia forte. Se non ci riuscissimo, e continuassimo a perdere punti, allora arriverebbe il momento di pensare di più al progetto del 2014. Ma ci sono ancora tanti punti a disposizione e settimane importanti da affrontare. Siamo convinti di potercela fare”.

Nel corso della settimana Alonso ha fatto notizia per un motivo… a due ruote. Il pilota Ferrari, infatti, ha acquisito un team spagnolo di ciclismo di alto livello. Da parte dei giornalisti qualche preoccupazione perché questo poteva forse dire che la Formula 1 non aveva più la sua totale attenzione. Ma Fernando ha tolto ogni dubbio, spiegando dettagliamene la situazione: “C’è stato molto lavoro per una settimana, usando molta batteria del telefono, ma adesso il quadro è più o meno completo. Tutte le decisioni e il lavoro per la squadra ciclistica passeranno ad altre persone”, ha detto Alonso. “Abbiamo molto da fare nei prossimi mesi, con la prima corsa a metà gennaio in Australia. Questo è un progetto ambizioso, ma non gli dedicherò tanto tempo perché stiamo lottando per il Campionato del Mondo. Sono appassionato di ciclismo sin da quando ero bambino, e fa parte del mio allenamento e della mia vita. Ho dei cari amici nel mondo del ciclismo. Con questo progetto voglio unire i migliori aspetti di entrambi gli sport: dal ciclismo il sacrificio, la determinazione, la disciplina, l’allenamento. E voglio portare le cose migliori della Formula 1, e ce ne sono tante, nella mia squadra di ciclismo”. Nessun pensiero quindi di prendersi un anno sabbatico dalla Ferrari per concentrarsi sulle due ruote? Ovviamente no: “Sono nel momento migliore della mia carriera e non voglio perdere nessuna occasione. Darò il cento per cento al motorsport, ovvero la mia passione e la mia carriera. Per almeno i prossimi quattro o cinque anni sarò al cento per cento impegnato in Formula 1”.

John Surtees

Mezzo secolo fa l’impresa di Surtees

Maranello, 25 ottobre – Oggi, mezzo secolo fa, John Surtees e la Scuderia Ferrari scrivevano una delle pagine più belle della storia dello sport…
Altre