Raffaele Marciello

Marciello vince ancora e ripercorre il suo 2013

«Oggi l’imperativo era vincere matematicamente il campionato, ma domani non sarà più necessario correre pensando alla classifica generale. Partirò con il solo obiettivo di salire sul gradino più alto del podio». Raffaele Marciello lo aveva promesso al termine della gara disputata ieri, corsa nella quale aveva ottenuto il quarto posto necessario per laurearsi Campione Europeo FIA Formula 3 con una gara d’anticipo. Ed il pilota della Ferrari Driver Academy ha mantenuto la promessa, cogliendo oggi una bagnatissima vittoria nella corsa che ha concluso sia il weekend di Hockenheim che la stagione 2013 del campionato continentale. «Una vittoria difficile – ha commentato Marciello – perché la quantità d’acqua presente in pista era davvero notevole. Per due volte mi sono ritrovato dietro la Safety-Car, ma ho gestito bene le fasi di ripartenza. Mi piace correre sul bagnato, ed in precedenza era sempre andata molto bene in queste condizioni. E poi…oggi volevo a tutti i costi chiudere al meglio una stagione fantastica».

Prima di ripercorrere i momenti salienti di un campionato lungo ed impegnativo, raccontaci gli ultimi sette giri della corsa di ieri.
«Ho fatto sfilare il mio compagno di squadra Auer decidendo di gestire la quarta posizione fino al traguardo, il piazzamento che mi serviva per laurearmi campione. Non ho problemi a dire che neanche nel mio primo test in monoposto sono andato piano come in quegli ultimi sette giri! Restavo molto lontano dai cordoli, ascoltavo il rumore del motore, e contavo quante tornate mancavano alla bandiera a scacchi. Poi finalmente è apparsa sul rettilineo d’arrivo, ed è stata una grande gioia».

Hai concluso il campionato ottenendo 13 successi nelle trenta gare disputate. C’è stato un momento che ricordi con maggiore soddisfazione?
«Il weekend di Vallelunga. Sono arrivato alla vigilia di quell’appuntamento con un piccolo margine di vantaggio su Rosenqvist e sono riuscito a guadagnare 36 lunghezze nelle tre gare disputate. E’ stato l’allungo decisivo per la conquista del titolo».

Parliamo invece del momento più difficile.
«Senza dubbi il fine settimana di Zandvoort. Un weekend decisamente negativo, dove ho avuto dei problemi ed ho commesso degli errori. Era la pista da cui mi aspettavo di meno, ma non potevo immaginare che non sarei riuscito a salire sul podio. I giorni successivi sono stati duri, ma in quel momento è arrivata la forza per reagire».

L’exploit che non ti aspettavi.
«Le tre vittorie ottenute nella tappa del Nurburgring. Un tris di gare praticamente perfetto, un weekend da ricordare dove tutto ha funzionato perfettamente».

Nella tua squadra, la Prema, hai avuto compagni di squadra di ottimo livello. Cosa ha fatto la differenza in chiave campionato?
«Lo scorso anno il responsabile della FDA Luca Baldisserri insisteva molto sull’importanza di essere costanti. Un campionato con ben trenta gare, tutte con identico punteggio, lo si vince solo se non si hanno flessioni. In questa stagione la differenza tra me ed i miei compagni è stata proprio la quantità di errori. Io ne ho fatti di meno, ed in termini di punti ha pagato».

Che ruolo ha avuto in questa vittoria il lavoro fatto con la Ferrari Driver Academy?
«Molto importante. La struttura è composta da professionisti che possono intervenire su qualsiasi tipo di problematica legata all’attività di un pilota. La prima parte del loro lavoro è identificare la carenze, poi viene pianificato il lavoro per cercare di compensarle. Ho ricevuto un grande aiuto da tutte le persone che mi hanno seguito, ed è giusto che in un momento così importante per la mia carriera condivida con loro la mia soddisfazione. Siamo stati una famiglia nei momenti difficili, ed è giusto che anche oggi si festeggi tutti insieme».

Lance Stroll

Stroll: “Pronto per la F3”

Maranello, 24 ottobre - “In un breve video che raccoglie alcuni dei ricordi più vivi del campionato appena concluso, Lance Stroll, giovane talento della…
Antonio Fuoco

FDA – Fuoco bloccato da una frattura

Maranello, 19 ottobre – Per Antonio Fuoco e’ stata più breve del previsto l’ultima tappa stagionale del Campionato Europeo FIA Formula 3, ospitata dal…
Altre