Montezemolo tira le somme

Montezemolo tira le somme

Maranello, 20 dicembre – Certe tradizioni non passano mai di moda. La cena di Natale offerta dal Presidente Luca di Montezemolo alla stampa italiana che segue quotidianamente la Formula 1 rappresenta un appuntamento imprescindibile dell’ultima parte dell’annata e ha nel menù – tortellini in ristretto di cappone, cotechino e lenticchie, panettone e pandoro – una tradizione altrettanto immutabile. Alla tavola apparecchiata attorno alla F138 presso la pista di Fiorano, Montezemolo ha fatto il consueto bilancio della stagione e ha parlato a 360° del panorama sportivo.

“Ovvio che non sono contento di come sono andate le cose” – ha detto il Presidente – “Però è anche vero che noi siamo l’unica squadra al mondo per cui si fa una tragedia se arriva un secondo posto, il che mi sembra esagerato. E’ chiaro che ora bisogna vincere, basta arrivare secondi. E’ stata invece una grande stagione nelle competizioni Granturismo, dove abbiamo vinto in tutto il mondo. Sono successi molto importanti anche a livello commerciale perché queste competizioni ci fanno essere ancora più vicini ai nostri clienti. E’ stato bello battere marchi come Porsche e Aston Martin, pur trovandoci in condizione d’inferiorità a causa del regolamento. A proposito di queste competizioni, voglio ribadire che, sebbene rappresenti una sfida di grande fascino, la 24 Ore di Le Mans non costituisce un obiettivo immediato: semmai se ne riparlerà fra tre o quattro anni.”

Il 2013 è stato anche un anno di cambiamento sul fronte piloti, con la partenza di Felipe Massa e il ritorno di Kimi Raikkonen. “Felipe è stato un vero uomo Ferrari, insieme abbiamo vissuto dei momenti meravigliosi” – ha detto Montezemolo – “Credo che abbiamo preso la decisione giusta, sia per lui che per noi. Troppo tardi? Non lo so ma sono certo che nella sua nuova squadra avrà nuove motivazioni e, spero, le soddisfazioni che si merita. Sono contento di aver seguito le indicazioni di Domenicali riguardo a Kimi: quando l’ho incontrato l’ho visto molto forte e motivatissimo e mi ha fatto molto piacere vedere la grande accoglienza che ha ricevuto, dentro e fuori la squadra. Credo che la coppia che abbiamo sia, insieme a quella della Mercedes, la più forte del mondiale 2014”.

Già, la costante resta Fernando Alonso. “E’ il più forte di tutti e con lui non esistono problemi” – ha proseguito – “Fa bene ad incavolarsi, siamo noi che dobbiamo dargli una macchina competitiva e, nella seconda parte della stagione, non è stato così”.

Ricaricare le batterie

Ricaricare le batterie

Maranello, 16 giugno – A due mesi dalla nomina di Team Principal della Scuderia Ferrari, questa mattina Marco Mattiacci ha voluto radunare dipendenti e…
Altre