Marc Gené

Tramonto Rosso Ferrari ad Abu Dhabi

Gené riporta in pista la F60 a Yas Marina

Yas Marina, 9 marzo – Correre su un circuito di Formula 1 al volante di una monoposto Ferrari è sempre una grande emozione, anche per un pilota che ha al suo attivo migliaia di chilometri fra gare e test come Marc Gené. Il collaudatore ufficiale della Scuderia Ferrari si è esibito questo pomeriggio all’ora del tramonto sul tracciato di Yas Marina ad Abu Dhabi nell’ambito della prima edizione dei Ferrari Racing Days nel Medio Oriente al volante dello stesso esemplare della F60 (numero di telaio 279) che Kimi Raikkonen utilizzò su questo tracciato nell’edizione inaugurale del Gran Premio di Abu Dhabi. Per Marc si è trattato del debutto con una Formula 1 su questa pista: “E’ un tracciato interessante, soprattutto nella prima parte dove sono concentrate le curve veloci. Poi c’è un rettilineo lunghissimo dove si arriva al limitatore anche in occasioni come queste. La parte conclusiva è molto lenta ma la cosa che mi ha impressionato di più è il rumore particolare che si sente stando nell’abitacolo quando si passa sotto l’hotel adiacente al circuito.”
Diverse centinaia di persone erano presenti sulla tribuna principale e nel paddock, a testimonianza di una significativa crescita dell’interesse per l’automobilismo sportivo in questo Paese: “E’ vero, l’ho notato anch’io parlando con tante persone che ho incontrato in questi giorni” – ha confermato il pilota spagnolo – “Sono eventi come questo che aiutano a far crescere la popolarità del nostro sport e di tutto il motorismo in aree dove la tradizione non è molto forte.”
Abu Dhabi è stata una sosta di passaggio sulla strada di Melbourne, dove Marc Gené farà il suo ritorno come commentatore televisivo delle gare di Formula 1 su Sky Italia: “Arriviamo a Melbourne consapevoli di aver fatto un buon lavoro durante la pausa invernale” – ha detto Marc a www.ferrari.com – “Credo che un piazzamento sul podio sia nelle nostre possibilità, anche se sappiamo bene che non è possibile recuperare in poche settimane il divario che ci separava dalla Red Bull in Brasile e che ci sono altre squadre molto forti, come McLaren, Mercedes e Lotus. Ho visto Felipe e Fernando motivati e tirati al lucido per questo debutto stagionale: l’obiettivo che abbiamo è quello di vincere entrambi i titoli, su questo non ci sono dubbi.”