Scuderia Ferrari Community 2013

GP del Canada – Una comunità senza confini

Maranello, 12 giugno – E’ un weekend che ricorderanno a lungo quello appena trascorso da Erica, Nat, Roberto e Christian, quattro grandi appassionati della Ferrari, tutti canadesi – Erica vive a Toronto, gli altri tre a Montreal – cui l’iscrizione alla community on line della Scuderia è valsa l’invito a partecipare al Gran Premio del Canada come ospiti della squadra. A rendere indimenticabile un’esperienza vissuta sulle tribune a sostenere i loro beniamini, l’incontro con Felipe Massa e Fernando Alonso. “Penso siano una coppia di piloti perfetta” – ha raccontato Roberto, la cui famiglia è originaria di Campobasso – “Seguivo Fernando sin da prima che arrivasse a Maranello e credo che Felipe abbia un talento straordinario. Per me la Ferrari non è soltanto Formula 1: io seguo attentamente anche la Grand-Am e l’ALMS, dove il mio pilota favorito è Olivier Beretta”. Tutti e quattro sono tifosi di lunga data. Nat ha iniziato a seguire la Formula 1 oltre trent’anni fa: la prima gara cui assistette fu l’edizione 1977 del Gran Premio del Canada, l’ultima svoltasi a Mosport, e due anni dopo a Watkins Glen ebbe la fortuna di poter scambiare qualche parola con Gilles Villeneuve. Nel suo personalissimo palmares anche una presenza a Monza nel 2008: un momento speciale per lui e suo figlio, visto che si festeggiava il diploma appena raggiunto. Erica, originaria della Corea e fan di Alonso da sempre, non ha mai mancato l’appuntamento di Montreal e il suo sogno sarebbe quello di andare una volta a Spa, il circuito più affascinante del Mondiale. Per Christian non esiste altra passione oltre la Ferrari: “La seguo sin da quando ero bambino e Fernando è un mio idolo. Da quando fa parte della Scuderia per me si è chiuso il cerchio, si è realizzato un sogno. Sono un grande appassionato di motori e ho anche avuto la fortuna di poter guidare una Ferrari in pista. E’ successo l’anno scorso sul circuito di Mirabel, nei dintorni di Montreal, quando ho fatto cinque giri al volante di una F430: un’emozione indimenticabile!”