Fernando Alonso

Una giornata Speciale per Alonso a Tokyo

Tokyo, 8 ottobre – Giornata Speciale per Fernando Alonso a Tokyo. Il pilota della Scuderia è stato oggi il grande protagonista della presentazione ai clienti giapponesi della 458 Speciale, la nuova sportscar della Ferrari svelata lo scorso settembre al Salone dell’Automobile di Francoforte, svoltasi presso la Tokyo Dome City Hall.

Accompagnato da Kamui Kobayashi, che difende i colori del Cavallino Rampante nel Campionato del Mondo FIA Endurance, alla guida della 458 Speciale Fernando è entrato letteralmente rombando nella sala dove si è tenuto l’evento ed è stato accolto da Giuseppe Cattaneo, responsabile dell’hub Far East della Ferrari e da Herbert Appleroth, Presidente di Ferrari Japan KK.

“E’ una vettura fantastica” – ha detto Fernando – “Più prestazionale, più veloce, più leggera della 458 Italia: era difficile fare di meglio ma i nostri tecnici ci sono riusciti!”

Ovvia la curiosità dei clienti sul prossimo appuntamento di Formula 1, in scena a Suzuka questo weekend: “Abbiamo bisogno di fare una bella gara. C’è ancora tanto in palio: il secondo posto nella classifica Costruttori e ci sono ancora delle chance in quella piloti” – ha dichiarato il pilota spagnolo sotto gli occhi del Team Principal Stefano Domenicali – “Siamo ad un momento molto importante del campionato: Suzuka è una pista che mi piace molto ed è il miglior posto possibile per fare una bella prova domenica. Veniamo da un posto dove il pubblico non era molto numeroso mentre in Giappone ci sono dei tifosi fantastici, che amano molto la Formula 1: speriamo di dare una soddisfazione ai tanti appassionati che, ancora una volta saranno in tribuna a Suzuka, come ogni anno”.

La nuova serie speciale della casa di Maranello, come tutte quelle prodotte dalla Ferrari, presenta un insieme di innovazioni tecnologiche che rendono questa vettura unica e particolare, pensata per i clienti sportivi più esigenti che sono alla ricerca delle massime emozioni di guida. Brevettate dalla Ferrari o, comunque, una prima mondiale, le innovazioni riguardano l’insieme della vettura, in particolare nel motopropulsore, nell’aerodinamica e nella dinamica del veicolo, rendendo ancor più marcata rispetto alle serie speciali del passato, come la Challenge Stradale e la 430 Scuderia, la differenza rispetto al modello di riferimento.

In strada e in pista, il pilota della 458 Speciale si sente un elemento del sistema veicolo che gli garantisce una reattività immediata ai comandi e un controllo assoluto in tutte le manovre, anche le più complesse. Ogni guidatore può così raggiungere prestazioni elevate, vivendo un’intensa esperienza emozionale al volante dell’8 cilindri più performante della Ferrari.

Il motore aspirato più potente (605 cv) e la più alta potenza specifica (135 cv/l) nella storia delle V8 Ferrari stradali, uno straordinario rapporto peso potenza (2,13 Kg/cv), l’efficienza aerodinamica (indice E pari a 1,5) e il controllo elettronico dell’angolo di assetto (SSC): sono queste alcune – non tutte – delle caratteristiche che rendono questa vettura davvero Speciale e che sono destinate a diventare uno standard per le Ferrari del futuro.

Altre