It happened today

John Surtees vince un GP del Belgio da tregenda

12 Giu 1966

Il 12 giugno 1966 si corse a Spa Francorchamps il Gran Premio del Belgio. In qualifica a dominare la scena fu John Surtees con la Ferrari. Il campione del mondo 1964 seminò gli avversari lungo i 14,1 chilometri del tracciato delle Ardenne ottenendo, al volante di una 312 F1-66, il tempo di 3’38”0, 3”2 più veloce dell’austriaco Jochen Rindt (Cooper) e 3”5 rispetto a Jackie Stewart con la BRM. Lorenzo Bandini, con una 246 F1-66, si piazzò in quinta posizione.

La gara partì sotto un cielo che non prometteva nulla di buono: Surtees prese la prima posizione ma a metà del primo giro il gruppo trovò un vero e proprio fortunale. Surtees uscì indenne dalla tempesta ma altrettanto fortunati non furono Bonnier, Spence, Siffert, Hulme, tutti fuori. Rindt fece un pauroso testacoda ma evitò le barriere e fu in grado di proseguire. Poco dopo l’austriaco venne imitato da Stewart, Graham Hill e Bob Bondurant, la cui vettura si rovesciò lasciando però illeso l’americano. Hill si accorse invece che Stewart si era fatto male e decise di fermarsi per aiutarlo. Fu una mossa provvidenziale perché Jackie, ferito e con una spalla rotta, era in difficoltà ad uscire dalla carcassa della sua BRM. Graham riuscì a sfilare Stewart, la cui tuta era impregnata di benzina, pochi secondi prima che la vettura prendesse fuoco, salvando lo scozzese da morte certa.

Delle 18 vetture al via, solo in sette passarono sul traguardo del primo giro. Rindt si dimostrò un asso sul bagnato riuscendo a recuperare il tempo perduto da Surtees e passando addirittura a condurre. Quando la pista iniziò ad asciugarsi, tuttavia, le qualità di Surtees e della sua Ferrari tornarono ad emergere e il campione inglese riuscì a tornare al comando. Solo cinque piloti terminarono la corsa: vinse Surtees (che fece la terza tripletta di carriera ottenendo vittoria, pole e giro veloce) davanti a Rindt e a Bandini.