It happened today

Vittoria numero quindici per il Cavallino Rampante

18 Lug 1953

Il 18 luglio 1953 si corse a Silverstone il Gran Premio di Gran Bretagna. L’attesa era notevole perché la gara precedente era stata vinta proprio dal britannico Mike Hawthorn e, quindi, da parte del nascente asso inglese ci si attendeva l’exploit casalingo. Anche a Silverstone, andò in scena l’ennesimo episodio della lotta tutta italiana fra Ferrari e Maserati.

La Casa di Maranello si presentò con un poker di vetture ufficiali, quattro 500, per Hawthorn, Alberto Ascari, Luigi Villoresi e Giuseppe Farina, cui si aggiungeva quella privata della Ecurie Rosier del francese Louis Rosier.

In qualifica Ascari deluse le speranze di vedere Hawthorn davanti staccandolo di un secondo e ottenendo la quattordicesima pole position della storia Ferrari. L’inglese si piazzò in prima fila, ma meglio di lui riuscì a fare anche la Maserati dell’argentino José Froilan Gonzalez. Il vero deluso di giornata, tuttavia, fu l’argentino Juan Manuel Fangio che finì addirittura in seconda fila.

Al via il campione di Balcarce sopravanzò l’intera prima fila ma per compiere questa impresa finì clamorosamente lungo alla prima curva. Ad uscire dalla prima piega a destra al comando fu dunque Ascari che non lasciò più quella posizione. La battaglia fu più accesa ed emozionante dietro con Hawthorn e Gonzalez che lottarono a lungo prima che l’inglese finisse in testacoda. Villoresi fu costretto al ritiro, e così dietro ad Ascari sul podio si piazzarono Fangio e Farina. Per la Ferrari si trattava del quindicesimo successo della storia.