Brendon Hartley

Brendon Hartley è nato a Palmerstorn North, in Nuova Zelanda, in una famiglia di motorsport. Ha cominciato a gareggiare all’età di 6 anni seguendo le orme del fratello Nelson. Nel 2003 ha vinto il Formula Ford festival neozelandese guadagnandosi un posto per l’intero campionato della stagione successiva.
Dopo una stagione in Formula Toyota New Zealand, Hartley si è spostato in Europa per gareggiare in Formula Renault, dove ha vinto il campionato europeo al secondo anno.
Nel 2007 Hartley ha anche fatto il proprio debutto in Formula 3 nel Masters di Zolder chiudendo al quarto posto. Quel buon risultato gli ha aperto le porte della categoria A1 con la vettura del Team New Zealand. L’anno seguente ha gareggiato nella Formula 3 britannica con il team Carlin Motorsport vincendo cinque gare e concludendo il campionato al terzo posto. Nel 2009 è rimasto con lo stesso team per disputare la Formula 3 Euroseries per poi passare alla Formula Renault 3.5 con il team Tech 1 Racing l’anno successivo.
Nel 2011 Brendon è rimasto nella stessa serie, anche se con il Gravity-Charouz Racing, mentre ha debuttato in GP2 con il team Ocean Racing Technology dove è rimasto anche nella stagione successiva.
In quella stagione Hartley ha anche iniziato la propria carriera in Endurance debuttando nella 24 Ore di Le Mans. Dal 2015 al 2017 ha gareggiato con la Porsche conquistando i titoli WEC 2015 e 2017, anno in cui ha anche vinto la 24 Ore di Le Mans. Nella classica della Sarthe era già stato secondo nel 2015 insieme a Timo Bernhard, a Mark Webber e al connazionale Earl Bamber.
Brendon ha debuttato in Formula 1 nel 2017, quando ha rimpiazzato Pierre Gasly alla Scuderia Toro Rosso in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti terminando poi la stagione in sostituzione dell’altro pilota Daniil Kvyat. In quelle gare si è conquistato la riconferma anche per la stagione 2018.
Dal 2019 è entrato a far parte dei collaudatori della Scuderia Ferrari Mission Winnow.

Ultime news