1982

Un anno drammatico per la Scuderia: nelle qualifiche del GP del Belgio moriva Gilles Villeneuve, mentre in Germania un terribile incidente, nella dinamica simile a quello dello sfortunato compagno di squadra, metteva fine alla carriera di Didier Pironi. Il francese, nonostante le sole 10 gare disputate su 16 in calendario, a fine stagione sarà secondo nella Classifica Piloti, soltanto a 5 punti dal vincitore Keke Rosberg. La competitiva 126 C2 – che rispetto alla monoposto della precedente stagione vantava un telaio più leggero e rigido grazie all’utilizzo di materiali compositi derivati dall’industria aeronautica, introdotti dall’arrivo a Maranello dall’ingegnere britannico Harvey Postlethwaite – che verrà affidata a Patrick Tambay e, per le ultime due gare, a Mario Andretti, garantirà alla Scuderia la conquista del titolo Costruttori, con un totale di 11 podi, di cui 3 vittorie.

Le Monoposto Scuderia Ferrari

I grandi episodi Ferrari